Trasporti

La politica locale ha voluto rimodellare e riproporre Piacenza come polo logistico di riferimento per il commercio nazionale e internazionale sfruttando la posizione particolarmente felice che pone il nostro territorio come crocevia delle più importanti arterie autostradali e ferroviarie italiane.
Sul nostro territorio sono stati agevolati  gli insediamenti  destinati a deposito e magazzino  ma, di contro, la politica nazionale non ha adeguatamente preservato  le imprese di trasporto locali dalle conseguenze della crisi, dall’aumento del prezzo del carburante e, soprattutto, dal devastante dilagare della  spietata concorrenza estera, regolata da norme troppo differenti rispetto a quelle nazionali.  
Difatti si è parlato  molto della crisi che ha colpito il mercato dell’auto, ma non  altrettanto della le crisi che ha colpito il settore dei veicoli commerciali ed industriali e con esso, più in generale, l’autotrasporto, un settore di importanza strategica per l’economia del paese.
È dunque urgente definire strategie e pianificare azioni per ridare competitività ed efficienza  al sistema del trasporto merci italiano. I principali ambiti di intervento vanno  dalla competitività delle aziende di autotrasporto,  alla logistica, dalle politiche per il rinnovo del parco veicolare - che implicano anche una maggiore efficienza ambientale,  al  miglioramento dei livelli di sicurezza,  dal rilancio della produzione italiana nel  mondo, allo sviluppo delle reti infrastrutturali.