Risorse

Legge di bilancio 2018

La bozza della Legge di bilancio 2018 è stata approvata il 16/10/2017 dal Consiglio dei Ministri. Di seguito sono elencate le principali novità: -sgravio contributivo del 50% per i primi 3 anni, con tetto annuo di 3.000 euro, alle imprese che assumono giovani under 35. Dal 2019 sarà limitato ai ragazzi fino ai 29 anni -credito d'imposta per le spese di formazione legate alle attività 4.0. Confermato il super ammortamento, ma diminuito al 130%. L'iper ammortamento è stato prorogato di un altro anno al 250% -per l'accesso all'Ape verrà riconosciuto un bonus di 6 mesi per ogni figlio alle lavoratrici, con un tetto massimo di 24 mesi -dal 1/1/2019 le fatture dovranno essere emesse solo in formato elettronico con il sistema di interscambio -un credito d'imposta del 36% delle spese fino a 5.000 euro per gli interventi di ristrutturazione e irrigazione delle aree verdi

Rottamazione-bis delle cartelle

Con il decreto fiscale approvato dal Consiglio dei Ministri il 13/10/2017, sono stati riaperti i termini per la rottamazione delle cartelle per i carichi affidati agli enti della riscossione dal 2000 al 2016; le rate non versate alle scadenze del 31 luglio e 2 ottobre potranno essere versate entro il 30/11/2017. Sarà prevista una nuova rottamazione delle cartelle che riguarderà i carichi che sono stati affidati agli agenti della riscossione dal 01/01/2017 al 30/09/2017, che potranno essere definiti presentando domanda di adesione entro il 15/05/2018, utilizzando la modulistica che dovrà essere predisposta dall'Agenzia delle Entrate entro il 31/10/2017.

Legge delega fallimentare e revisore per Srl

Il disegno di legge n.2681 "Delega al Governo per la riforma delle discipline della crisi di impresa e dell'insolvenza" prevede che le Srl siano dotate di organo di controllo, anche monocratico, o di revisore, al ricorrere di almeno 1 dei seguenti requisiti per 2 esercizi consecutivi: -attivo patrimoniale: 2.000.000 ¤; -ricavi delle vendite e delle prestazioni: 2.000.000 ¤; -dipendenti occupati in media durante l'esercizio: 10 unità. Secondo stime, l'adempimento potrebbe riguardare 175.000 aziende.

Indici sintetici di affidabilità (ISA)

Gli indici sintetici di affidabilità fiscale, che sostituiranno gli studi di settore, sono costruiti su una logica di compliance fra contribuente e Agenzia delle Entrate e sono dotati di indicatori elementari di anomalia. Un ruolo centrale nella determinazione dell'indice, per tutte le attività basate su un ciclo produttivo, è individuato nella corretta gestione del magazzino. Durante un'audizione alla Camera dei Deputati è stato affermato che i primi 70 ISA, sono in via di completamento e interesseranno 1.400.000 partite IVA tra professionsiti, società e imprese.

Page 1 of 66