Risorse

Le novità introdotte dalla manovra correttiva 2017

Il Decreto Legge n. 50/2017, pubblicato sul Supplemento Ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 95 del 24 aprile 2017, contiene importanti novità in materia tributaria. Si espongono in seguito le modifiche più rilevanti e più urgenti apportate dal decreto in oggetto ed entrate in vigore nel giorno stesso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale (24 aprile 2017).

Mancato reverse charge e rimborso IVA

La corte di giustizia UE con la sentenza del 26/04/2017 ha precisato che la mancata applicazione del reverse charge deve consentire al contribuente di richiedere il rimborso dell'Iva indebitamente versata direttamente all'Ufficio, qualora il rimborso dell'imposta sia ineseguibile o eccessivamente difficoltoso. Qualora lo Stato non abbia subito alcun danno erariale e non sussistano indizi di frode fiscale, il mancato assolvimente dell'Iva mediante inversione contabile non comporta l'applicazione automatica della sanzione amministrativa.

Nuovi adempimenti e Comunicazioni IVA

Come è già stato anticipato l’art. 4 del D.L. 193/2016 conv. L. 225/2016 introduce dal periodo 2017 due nuovi adempimenti informativi obbligatori per i soggetti passivi IVA:

Detrazione 65% per riqualificazione energetica di edifici

L'Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile (Enea) ha fornito chiarimenti in merito alla detrazione del 65% per la riqualificazione energetica degli edifici relativa al 2017. In particolare, rientra nell'agevolazione la parcella dei professionisti per la redazione dell'attestato di prestazione energetica. Inoltre, la documentazione per l'asseverazione dell'attestato può essere redatta da un qualsiasi tecnico abilitato alla progettazione di edifici e impianti, nell'ambito delle competenze a lui attribuite, e iscritto nello specifico ordine o collegio professionale.

Page 1 of 3