Collaborazione volontaria e monitoraggio fiscale

Collaborazione volontaria e monitoraggio fiscale

L’Agenzia delle Entrate, con la circolare n. 31/E/2015, ha precisato i presupposti e le condizioni in presenza dei quali il soggetto che si avvale della collaborazione volontaria può essere esentato dagli obblighi dichiarativi previsti sul monitoraggio fiscale relativi alle attività e agli investimenti detenuti all’estero suscettibili di produrre redditi imponibili in Italia. Ai fini dell’esenzione dalla compilazione del quadro RW non è sufficiente aver conferito incarico alla società fiduciaria ma occorre aver perfezionato il rimpatrio giuridico.