News

I prelievi bancari costituiscono semplici indizi

La Commissione tributaria provinciale di Forlì, con la decisone n. 34/2/2015, ha affermato che non è possibile fondare l’accertamento di maggiori ricavi derivanti dalla vendita di immobili in presenza di alcuni prelievi bancari non pienamente giustificati, effettuati dagli acquirenti in data anteriore al rogito.

Abuso del diritto e conferimento d`azienda in una nuova società

La Commissione tributaria regionale della Lombardia, con la sentenza 10.02.2015, n. 390/1/2015, ha precisato che non può essere considerato “abuso di diritto” il conferimento d’azienda in una newco seguita dalla cessione delle quote di quest’ultima, a condizione che l’operazione sia supportata da valide ragioni economiche.

Eccedenza Ace trasformabile in credito Irap

Le istruzioni per la compilazione delle dichiarazioni dei redditi bloccano la possibilità di utilizzare l’eccedenza ace maturata nei periodi d’imposta fino al 2013 ai fini della riduzione l’Irap. Tale abbattimento, infatti, è permesso solo con riferimento a quanto maturato nel 2014. Per le imprese individuali e le società di persone la conversione dell’eccedenza Ace in credito d’imposta può essere decisamente complessa, dal momento che non risulta ancora chiaro quale debba essere l’aliquota Irpef da utilizzare nell’ambito di tale procedura: quella marginale massima applicata dalla persona fisica, quella minima oppure quella media.

Credito d`imposta per nuovi investimenti

L’Agenzia delle Entrate, con la circolare n. 5/2015 ha fornito chiarimenti in merito al credito di imposta per nuovi investimenti effettuati in misura superiore a quelli effettuati nel quinquiennio precedente. Il credito di imposta, da indicare nel quadro RU del modello Unico, è riconosciuto nella misura del 15%, ma deve essere ripartito in 3 quote annuali di pari importo.

Page 1 of 4