News

Iva sui servizi elettronici B2C

Una proposta presentata dalla Commissione UE prevede semplificazioni nell'applicazione dell'Iva sui servizi elettronici; in particolare è previsto che per i servizi fino a 10'000,00 euro annui, resi a soggetti non titolari di partita Iva, i fornitori possono applicare l'imposta del proprio Paese di stabilimento anzichè quella del Paese del cliente. La novità potrebbe entrare in vigore il 01/01/2018.

Contrasto all'evasione

E' stata sottoscritta la convenzione tra il Ministero dell'Economia e l'Agenzia delle Entrate per il contrasto all'evasione per il triennio 2017-2019. Il documento prevede il rafforzamento della collaborazione con i contribuenti mediante lettere di anomalia finalizzate all'autocorrezione, nonchè lo sviluppo della compliance con le multinazionali, della voluntary disclosure per l'emersione dei capitali e redditi non dichiarati e delle istanze di accordo preventivo per definire preventivamente le questioni più delicate ai fini fiscali.

Prezzi di trasferimento fra gruppi multinazionali

Le nuove linee guida emanate dall'Ocse relative ai prezzi di trasferimento non rappresentano un semplice aggiornamento delle precedenti ma, introducono un approccio totalemente nuovo che pone l'accento sulla creazione del valore e sulla corretta attribuzione dello stesso tra le entità che costituiscono i gruppi multinazionali.

Riforma del codice penale

E' stata pubblicata sulla Gazzetta ufficiale 04/07/2017 n.154 la L.103/2017 di riforma del codice penale che entra in vigore il 03/08/2017. In particolare non saranno più ammessi i ricorsi personali dell'imputato. In caso di rigetto o inammissibilità le parti che l'hanno richiesta potranno essere condannate al pagamento di una sanzione tra i 1000 e i 5000 ¤. E' prevista inoltre la possibilità per la Cassazione di annullare senza rinvio al giudice di merito nel caso non siano necessari altri accertamenti sul fatto e/o di rideterminare la pena sulla base della statuizione del giudice di merito.

Page 1 of 2