News

Responsabilità penale per evasione fiscale

La Cassazione, con sentenza 30.08.2018, n. 39252, ha confermato la responsabilità penale per evasione fiscale dell’imprenditore accusato di non aver indicato in bilancio tutto il reddito prodotto nell’anno in contestazione e oggetto di verifiche, anche se l’accertamento è stato annullato in autotutela. Più in particolare, in caso di sentenza definitiva di condanna, non può essere considerata “prova nuova” in grado di vanificare il giudicato già raggiunto, il successivo annullamento dell’accertamento da parte della Pubblica Amministrazione.

Immobilizzazioni immateriali

La nuova versione dell’Oic 24 ha specificato che nell’attivo di bilancio possono trovare collocazione solo le immobilizzazioni immateriali che sono previste in modo specifico nell’art. 2424 c.c., con esclusione di qualsiasi altra fattispecie. L’appendice “A” compresa nel documento fornisce chiarimenti in merito alle tipologie di immobilizzazioni immateriali, precisando che i brevetti industriali rappresentano il diritto esclusivo, tutelato dalle norme di legge, di sfruttamento di un’invenzione.

Agevolazione prima casa

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 19989/2018, ha affermato che l’agevolazione prima casa compete anche a chi abbia già, nel medesimo Comune, la proprietà di un’altra casa che sia, però, inidonea all’uso abitativo in quanto locata a terzi (a meno che si tratti di una locazione preordinata a consentire un abusivo utilizzo dell’agevolazione). Secondo la Suprema Corte il concetto di casa posseduta deve essere letto come casa idonea a essere abitata, con la conseguenza che, quando vi sia l’inidoneità della casa a essere abitata, il contribuente che ne sia proprietario può acquistare con l’agevolazione un’altra abitazione.