Attribuzione ai soci del maggior reddito

Attribuzione ai soci del maggior reddito

L'Aidc nella norma di comportamento 198 relativa al problema dell'attribuzione ai soci del maggior reddito accertato in capo a società di capitali con ristretta compagine sociale, ha ritenuto che la presunzione non possa trovare applicazione in tutti quei casi in cui il maggior reddito imponibile accertato nei confronti della società non sia rappresentativo di una disponibilità finanziaria occulta che possa essere stata distribuita ai soci.
E' il caso, ad esempio, degli accertamenti di maggior reddito imponibile che trovano origine in costi effettivamente sostenuti ma ritenuti in tutto o in parte indeducibili, accantonamenti o ammortamenti in tutto o in parte indeducibili, rettifiche dei criteri di valutazione adottati dalla società, violazione delle regole della competenza, applicazione di strumenti di tipo "statistico", quali la disciplina delle società di comodo e gli studi di settore.