Aumenti di capitale nelle Srl Pmi

Aumenti di capitale nelle Srl Pmi

Con la massima I.N.5, i notai del Triveneto hanno precisato che negli aumenti di capitale delle Srl Pmi, anche in presenza di diverse categorie di quote, non ricorre alcun obbligo di offrire in sottoscrizione a ciascun socio nuove quote della stessa categoria di quelle già in suo possesso. Pertanto, il diritto di prelazione spetterà a ciascun socio indistintamente e proporzionalmente su tutte le nuove quote. In sostanza, salvo diverse disposizioni statutarie, i diritti di prelazione sono correlati alla natura quantitativa e non qualitativa del capitale sottoscritto o da sottoscrivere, prescindendo dalle diverse categorie di quote.