Accantonamento per Trattamento di fine mandato

Accantonamento per Trattamento di fine mandato

Ai sensi dell’Oic 31, l’accantonamento per il trattamento di fine mandato riconosciuto agli amministratori rappresenta un fondo a copertura di oneri con natura determinata ed esistenza certa, il cui importo è funzione della durata del rapporto nonché delle altre condizioni di maturazione previste dalle contrattazioni sottostanti. Gli accantonamenti sono rilevati in genere nella voce B.9.d, ancorché nella voce B.7, dedicata ai costi per servizi, siano rilevati gli altri accantonamenti relativi a trattamenti di fine rapporto, diversi da quelli di lavoro subordinato. Il relativo fondo è collocato tra i fondi per trattamento di quiescenza e obblighi simili, nella voce B.1 dello stato patrimoniale.
La tesi prevalente dell’Agenzia delle Entrate prevede che tali accantonamenti siano deducibili per competenza solo se il diritto all’indennità risulta da atto avente data certa anteriore all’inizio del rapporto, ai sensi del combinato disposto degli artt. 105 e 17 Tuir.