Nuovo sistema penale tributario

Nuovo sistema penale tributario

L'art. 39 co. 2 del DL 124/2019 convertito ha inserito nell'ambito dei "reati presupposto" della responsabilità degli enti ex DLgs. 231/2001 talune fattispecie penali tributarie.
In particolare:
- in caso di dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti per imponibili pari o superiori a 100.000,00 euro, si applica una sanzione pecuniaria fino a 500 quote;
- in caso di dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti per importi inferiori a 100.000,00 euro, si applica una sanzione pecuniaria fino a 400 quote;
- in caso di dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici, si applica una sanzione pecuniaria fino a 500 quote;
- in caso di emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti per importi pari o superiori a 100.000,00 euro, si applica una sanzione pecuniaria fino a 500 quote;
- in caso di emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti per importi inferiori a 100.000,00 euro, si applica una sanzione pecuniaria fino a 400 quote;
- in caso di occultamento o distruzione di documenti contabili, si applica una sanzione pecuniaria fino a 400 quote;
- in caso di sottrazione fraudolenta al pagamento di imposte, si applica una sanzione pecuniaria fino a 400 quote.
Ne consegue che, al fine di evitare conseguenze sanzionatorie in capo alla società, occorre oggi procedere alla predisposizione o ad un adeguato aggiornamento dei modelli organizzativi finalizzati alla prevenzione della responsabilità ex DLgs. 231/2001.