Indagini bancarie sui professionisti

Indagini bancarie sui professionisti

Recependo i principi affermati dalla Corte Costituzionale con la sentenza 6.10.2014, n. 228, l’Agenzia delle Entrate sta modificando il proprio atteggiamento in materia di prelevamenti bancari apparentemente “ingiustificati” da parte dei professionisti.
In particolare, se l’accertamento è già stato emesso ma sono ancora pendenti i termini per il ricorso, sarà possibile chiedere l'annullamento in autotutela; viceversa, se il contenzioso è già instaurato, mediante una memoria integrativa sarà possibile chiedere la cessazione della materia del contendere